2per
controversies
Presentazione

"COMUNICAZIONE DELLA CHIESA E CULTURA DELLA CONTROVERSIA"

 

"Il cristianesimo, il cattolicesimo, non ¶ un cumulo di proibizioni, ma un'opzione positiva. Ed ¶ molto importante che lo si veda nuovamente, poichÚ questa consapevolezza oggi ¶ quasi completamente scomparsa. Si ¶ sentito dire tanto su ciů che non ¶ permesso, che ora bisogna dire: ma noi abbiamo un'idea positiva da proporre" (Benedetto XVI, 5 agosto 2005).

 

Questo messaggio di Benedetto XVI, rivolto ad un gruppo di giornalisti, aiuta ad inquadrare il VI Seminario Professionale sugli Uffici di Comunicazione della Chiesa. Il Seminario desidera riflettere su queste parole del Papa, e le conseguenze pratiche per le istituzioni ecclesiali che devono informare sulle attivitĂ e sul'identitĂ della Chiesa in ambito pubblico.

 

Di fronte ai dibattiti che mettono in discussione la famiglia, il rispetto della libertĂ religiosa, le questioni bioetiche o la protezione dei pi˙ deboli e bisognosi, il rischio per gli uffici di comunicazione della Chiesa ¶ di vedersi costretti a svolgere una comunicazione di reazione, con tutti i connotati peggiorativi che questa comporta.

 

Diventa allora fondamentale chiedersi: come si dovrebbe organizzare un ufficio di comunicazione per affrontare le controversie aperte dai pubblici dibattiti? Come riuscire a prendere l'iniziativa e dialogare su questioni che, in definitiva, riguardano il bene della persona? Come comunicare la bellezza della proposta cristiana? Come fare in modo che la necessaria denuncia non impedisca una comunicazione efficacemente propositiva? In sostanza, come riuscire a comunicare i contenuti principali del messaggio cristiano con semplicitĂ ma in tutta la loro ampiezza?

 

Il VI Seminario Professionale sugli Uffici di Comunicazione della Chiesa, si propone di offrire un'analisi del momento culturale odierno in rapporto alle tendenze della comunicazione istituzionale. L'obiettivo ¶ riflettere con i responsabili degli uffici sulle diverse vie per creare ponti di dialogo che sappiano superare gli inevitabili conflitti, vie che partono dalla ricchezza propositiva della propria identitĂ.

 

Oltre all'aggiornamento sulle nuove tendenze comunicative e sulle modalitĂ di funzionamento degli uffici, il Seminario diventerà un'occasione di scambio di esperienze tra i professionisti della comunicazione della Chiesa provenienti da Paesi e culture diverse.